Ricambi auto

L’Ue inserisce la tecnologia a led “E-Light” di Magneti Marelli fra le eco-innovation per le automobili

La Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea rende nota la decisione ufficiale della Commissione Europea di inserire nell’ambito delle “Eco-innovation” previste dalla legge (EC) No 443/2009 del Parlamento Europeo, il modulo di illuminazione anabbagliante a led denominato “E-Light” proposto da Magneti Marelli Automotive Lighting.  “La tecnologia proposta da Automotive Lighting, divisione di Magneti Marelli dedicata all’illuminazione automotive, viene riconosciuta – si legge in un comunicato stampa -  quindi ufficialmente come innovativa ed efficace ai fini dell’abbattimento delle emissioni di CO2 prodotte dalle automobili, obiettivo sancito dalla normativa europea”.   L’anabbagliante a led  “E-Light” assicura un risparmio energetico certificato, consentendo ai car maker di ottenere un credito di 1 g CO2/km per ogni veicolo che adotti questa soluzione all’interno dei propri fari anteriori. Questo aspetto è in grado di garantire potenzialmente risparmi milionari ai carmaker in caso di eccedenze sui limiti stabiliti dall’Unione Europea per quanto riguarda il valore medio delle emissioni di CO2 per le flotte di veicoli.  In ambito Ue è infatti in vigore il regolamento che sancisce una progressiva riduzione delle emissioni di CO2, a partire dal limite di 130 g CO2/km nel 2015, fino ad arrivare a un livello di 95 g CO2/km nel 2020, pena sanzioni per ogni grammo eccedente il limite.  Dal 2012, se le emissioni medie di CO2 della flotta di un costruttore superano il valore limite imposto dal legislatore, il car maker è tenuto a pagare un'indennità per le emissioni in eccesso per ogni veicolo immatricolato. La sanzione ammonta a 5 euro per il primo g/km di superamento, € 15 per il secondo g/km, € 25 per il terzo g / km, fino a € 95 per ogni successivo g/km.  Dal 2019, il costo della sanzione sarà di 95 euro dal primo grammo di superamento del limite. In questo ambito normativo, le Eco-Innovation previste dalla Ue, sono una categoria di tecnologie che forniscono un contributo comprovato in termini di riduzione delle emissioni di CO2, certificato da enti terzi e verificato nella vita reale e nell’utilizzo concreto su strada del veicolo (quindi fuori dal ciclo di omologazione ufficiale del veicolo stesso). Secondo le norme sancite dalla Commisione Europea, ogni costruttore di auto, su richiesta, può beneficiare di un credito fino a un massimo di 7g/CO2 derivanti dall’adozione di Eco-innovation sul singolo veicolo, approvate e certificate. Al modulo E-Light di Magneti Marelli la Commissione Europea ha riconosciuto appunto un contributo alla riduzione delle emissioni di CO2 di almeno 1g/km durante l’utilizzo reale del veicolo.
 

Innovazione

Il contenuto innovativo del modulo anabbagliante a led“E-light” risiede nell’utilizzo evoluto delle tecniche di rifrazione-riflessione della luce attraverso delle lenti che concentrano in maniera molto efficace il fascio luminoso prodotto da un numero limitato di sorgenti a diodi luminosi. Nella fase di analisi e certificazione della soluzione, il termine di paragone per dimostrare l’efficacia dell’E-Light nell’abbattimento delle emissioni è stata la soluzione alogena. Anche rispetto al dato della potenza in watt, la differenza è chiara: l’anabbagliante a led  E-Light consuma 11 watt contro i 68 watt di una normale lampadina anabbagliante alogena, con prestazioni superiori in termini di capacità di illuminazione.La sola funzione anabbagliante generata dal modulo E-Light può essere applicata per i nuovi sviluppi di modelli di auto attualmente in essere  e il credito di un 1g CO2/km sarà riconosciuto allo specifico modello che adotti la soluzione già in fase progettuale, consentendo quindi maggiore flessibilità di progettazione del veicolo in ottica CO2.
 

Dichiarazioni

“La decisione della Commissione Europea è molto importante per noi- commenta Eugenio Razelli, amministratore delegato di Magneti Marelli -  perchè di fatto sancisce l’efficacia della tecnologia d’illuminazione evoluta a led proposta da Magneti Marelli Automotive Lighting, nell’ambito del severo quadro normativo per la riduzione emissioni di CO2 dei veicoli al 2020”

Commenta