Ricambi auto

L’EcoBoost 3 cilindri 1.0 di Ford cala il poker

Il motore Ford EcoBoost 3 cilindri 1.0 ha ricevuto per la quarta volta consecutiva il titolo di Motore dell’Anno (International Engine Of The Year) nella categoria riservata ai propulsori di cilindrata inferiore a 1 litro. E’ l’ottavo riconoscimento conquistato dal Ford EcoBoost 1.0 che si aggiunge ai 3 titoli assoluti e a 4 di categoria già ottenuti in passato, di cui 3 nella categoria ‘Best Engine Under 1.0-litre’ e 1 in quella riservata ai ‘Best New Engine’. Il propulsore vanta straordinarie doti di brillantezza ed efficienza che l’hanno reso uno dei motori più apprezzati dai clienti Ford europei che l’hanno scelto, in generale, a bordo del 20 per cento dei modelli dell’Ovale Blu venduti in Europa nel 2014, nonché a bordo del 40 per cento delle Fiesta. L’EcoBoost 1.0 è stato nominato vincitore nella sua classe, ‘Best Engine Under 1.0-litre’, grazie all’elevato contenuto tecnologico e alle sue qualità di efficienza, prestazioni e piacere di guida che trasferisce ai veicoli sui quali è adottato, e resta l’unico motore ad aver vinto, nella storia del premio, 3 titoli assoluti, nel 2012, 2013 e 2014. La giuria, composta da 87 giornalisti del mondo dell’auto provenienti da 3 Paesi, ha valutato i vincitori tenendo in considerazione guidabilità, prestazioni, efficienza, comfort e contenuto tecnologico. Oggi i clienti Ford europei possono scegliere l’EcoBoost 1.0 a bordo di 10 modelli tra auto e veicoli commerciali: Fiesta, B-MAX, EcoSport, Focus, C-MAX, C-MAX7, Tourneo Courier, Transit Courier, Tourneo Courier, Transit Connect.  La famiglia di motori EcoBoost, che condivide soluzioni tecnologiche come l’iniezione diretta, la doppia fasatura variabile indipendente e il turbo, è disponibile in tutto il mondo anche nelle cubature 1.5, 1.6, 2.0, e 2.3 a 4 cilindri, e in quelle 2.7 e 3.5 a 6 cilindri a V. Il 3.5 V6, in particolare, equipaggerà la nuova supercar Ford GT con la quale l’Ovale Blu, nel 2016, tornerà in pista a Le Mans, a 50 anni dalla triplice vittoria.

Commenta