Ricambi auto

La filiera dei carburanti e del non oil si incontra a Veronafiere

Fino a domani alla fiera di Verona, c’è la 9^ edizione di “Oil&nonoil – Stoccaggio&Trasporto carburanti”. La rassegna di riferimento in Italia per il comparto della distribuzione carburanti e del non oil. Organizzata da Veronafiere, la manifestazione vede il coinvolgimento di 6mila visitatori specializzati tra compagnie petrolifere, indipendenti, operatori dell’extrarete e del trasporto carburanti, GDO gestori, fleet manager e lavaggisti. Attesi buyer esteri provenienti da Turchia, Russia, paesi del Maghreb (Algeria, Tunisia, Marocco), penisola balcanica (Slovenia, Croazia, Serbia, Montenegro, Albania), Repubblica Ceca, Egitto e Spagna. Più di 160 inoltre gli espositori presenti e oltre 20 i convegni in programma per affrontare a tutto tondo le problematiche e le aree strategiche del settore: dalla crisi della raffinazione e le ricadute sulla distribuzione (con Unione Petrolifera, UPEI e Energy Group) al ‘modello indipendente’ nella distribuzione; dalla mobilità elettrica ai servizi di ricarica, passando per la crescita del GNL nel trasporto pesante. Tra le novità di quest’anno, la presentazione dei primi risultati dell’Osservatorio dell’autolavaggio che mira a fornire una fotografia aggiornata sull’articolato mondo del carwash. Nella tre giorni, in primo piano dunque idee, know how e ricerche per analizzare un settore, quello dei carburanti, che nel 2013 ha registrato un calo del 3,3 per cento rispetto al 2012 sulle vendite della benzina e del gasolio, a fronte di una diminuzione del numero complessivo di impianti (-700 dal 2011 al 2012) e di una crescita nell’ultimo anno delle “pompe bianche” gestite da operatori indipendenti (3500, circa il 15% della rete, secondo stime delle associazioni di categoria). 

Commenta