Ricambi auto

UFI Filters: dall’Italia, un caso di successo nel mondo

UFI Filters, che da più di 40 anni produce e commercializza nel mondo prodotti per la filtrazione di carburanti, olio, acqua, aria, ha recentemente completato un’importante operazione per l’ottimizzazione del footprint industriale. Il gruppo, che ha le sue sedi principali in Italia tra Mantova e Verona, ha, infatti, investito per creare una forte identità tra azienda e tecnologia, mantenendo nel Paese non solo le produzioni di eccellenza e di nicchia. Ma anche il cuore della ricerca. In Italia, dal Centro di Ricerca Area Tecnica di Nogarole Rocca in provincia di Verona e dal Laboratorio di Ricerca di Ala nell’area di Trento, parte il coordinamento per i centri di competenza all’estero. Ma le iniziative di rafforzamento aziendale non finiscono qua.

 

Espansione

In Repubblica Ceca, UFI Filters ha inaugurato un nuovo stabilimento con sede a Ostrava che è entrato in produzione nel 2014 e consente di consolidare e rafforzare la propria  presenza in Centro e Nord Europa. Lo stabilimento, che si sviluppa su una superficie di 14mile metriquadri, è stato creato per realizzare i moduli aria, olio, fuel presenti sulla maggioranza dei veicoli delle case tedesche e per produrre oltre il 50 per cento delle nuove commesse OE. Si stima un fatturato di oltre 30 mln entro il 2016.

 

Mercato estero

Punto di forza del Gruppo è la capacità di anticipare i tempi e di funzionare in un contesto globale. UFI Filters conta su una crescente presenza nei mercati esteri dove ha all’attivo plant in Cina, India, Corea e Tunisia.  Nel Far East il gruppo, presente dall’inizio degli anni 2000,  è conosciuto con il marchio Sofima Filter che ,integrato nel gruppo UFI Filters dal 1996, rappresenta un’importante realtà nella produzione primo ompianto di filtri per i mercati locali. Nel mercato americano di primo impianto ed aftermarket, il gruppo è presente dal 2001 con  l’ufficio tecnico e commerciale con sede a Detroit. Tra clienti di punta: il Gruppo Volkswagen, Fiat Group, Bmw, General Motors, Jaguar, Lamborghini, Bentley, Land Rover, Maserati, Mercedes, Nissan Porsche e Volvo.  Tra le acquisizioni più recenti Renault e AMG. Ed ancora, produttori di veicoli industriali sia on road come Iveco, Daimler Truck, Kamaz, Man e Scania che off road come CNH, con John Deere, Same e Liebherr come nuove acquisizioni.

 

Tecnologia

Fiore all’occhiello dell’azienda è sicuramente il reparto high tech che porta UFI Filters sul podio insieme alle grandi scuderie della Formula 1. Da 35 anni, infatti, Ferrari utilizza i sistemi di filtrazione UFI Filters. Hanno seguito il suo esempio in F1: Mercedes, Williams, Sauber, Virgin Marussia e da poco anche Renault sport F1. UFI Filters lavora anche con scuderie impegnate in altri campionati tra cui Audi Motorsport, Michelotto e Dallara. La collaborazione si estende inoltre a scuderie motociclistiche come Ducati ed Aprilia.

 

Obiettivi

Nel piano strategico sono stati previsti notevoli investimenti nel settore aftermarket sia per l’OES che per il mercato indipendente che sta crescendo e sta assumendo un peso sempre maggiore attraverso i marchi UFI e Sofima: due gamme complete di prodotti, garantiti dalla qualità originale o equivalente all’originale, di fabbricazione principalmente europea. “Innovazione e ricerca. Poi la capacità, prontezza e abilità nel rispondere alle richieste di un mercato mondiale in continuo cambiamento sono state – spiega Giorgio Girondi, presidente della UFI Filters -  e sono le nostre caratteristiche distintive. Nei vari campi in cui lavoriamo abbiamo la competenza, il know-how e la motivazione per riuscire nelle sfide più difficili”.

Commenta