Ricambi auto

Il tuo strumento di diagnostica è realmente quello originale?

Senza dubbio le attrezzature di diagnostiche di alta qualità rappresentano uno degli strumenti più preziosi nella cassetta degli attrezzi di un tecnico. Collegarsi ad un veicolo ed eseguire un programma software che identifica con precisione l'origine di un problema ha, infatti, aiutato i tecnici a risparmiare una grande quantità di tempo e di denaro, ottimizzando e semplificando nel contempo l'intero processo di manutenzione e riparazione del veicolo.

Ma cosa accade se un software è contraffatto? In auto arrivano i consigli di Delphi, azienda che vanta oltre 50 anni di esperienza di primo equipaggiamento nel settore dei sistemi di gestione carburante. Sulla base delle soluzioni software targate Delphi, ecco i suggerimenti della company per riconoscere un programma originale da uno oggetto di falsificazione. Diversi gli avvertimenti che vengono dati. Tra cui: “Se si tiene il dispositivo in mano – si legge in un manuale aziendale predisposto per l’occasione - si può sentire subito la differenza . Il prodotto ufficiale Delphi ha una superficie nera gommata di facile presa . La copia, invece, è fatta di plastica dura ed economica”. Ed ancora: “la parte superiore del dispositivo ufficiale Delphi è di colore alluminio opaco. La contraffazione, di contro, è di color argento lucido maculato. Inoltre  Delphi DS150E VCI include la connettività completa di bluetooth. Le versioni contraffatte non ce l’hanno. Se il VCI non è abilitato al bluetooth , questo è un segno tangibile che si è in possesso di un prodotto non ufficiale”. Altro sentore arriva dalla  scheda microSD che aumenta la capacità di memoria del dispositivo . Se non c'è la scheda, o se il dispositivo è contraffatto , non sarà in grado di tracciare gli eventi, limitando in modo grave la capacità di diagnosticare correttamente .

Commenta