Ricambi auto

Il nuovo motore elettrico rafforza l’eccellenza meccanica di Cléon

Fino ad oggi, il fiore all’occhiello dello stabilimento di Cléon era il blocco motore termico Energy dCi (130, 140, 160), un motore diesel a elevato contenuto tecnologico che, dal 2011, si era fatto particolarmente apprezzare dal Gruppo Renault, dall’Alleanza e dai suoi partner. Deve ormai condividere gli onori con un nuovo piccolo propulsore, gioiello di tecnologia, battezzato R 240: un motore al 100  per cento elettrico al 100 per cento Renault che sarà montato su ZOE. Questo gruppo motore-batteria conferisce al versatile modello elettrico un’autonomia che, con un guadagno di 30 chilometri, raggiunge ormai 240 chilometri. Il lancio, che ha beneficiato di parte dei 300 milioni di euro di investimenti annunciati per lo stabilimento nel 2011, rientra nella strategia elettrica di Renault, tesa a migliorare la tecnologia di motori e batterie per ottimizzare le performance e l’autonomia dei veicoli elettrici, accompagnando, parallelamente, lo sviluppo delle infrastrutture.
 

Severi test per una qualità al massimo livello

La linea di assemblaggio del motore presenta numerose innovazioni di processo, in particolare il collegamento tra il carter motore e lo statore bobinato, un’operazione studiata e validata in fase prototipale.  I test effettuati al banco sono di due tipi: un test a vuoto, che consente di verificare la funzionalità a diversi regimi di velocità, che salgono fino a 10mila giri al minuto; un test al banco dinamico, sotto carico, per simulare delle condizioni reali di funzionamento del veicolo.  La linea di assemblaggio finale riunisce i tre sottoinsiemi: Power Electronic Control, riduttore (mini-trasmissione) e motore elettrico (carter con rotore e statore) e li associa, costituendo così il gruppo moto-propulsore elettrico. Per la prima volta, viene realizzato un test finale dell’insieme GMPE all’uscita della linea sul 100 per cento della produzione, in condizioni analoghe a quelle di utilizzo del veicolo.  La capacità industriale installata per il motore R 240 è di 50mila unità al lancio. Ed è configurata per un raddoppio della produzione a lungo termine. 

Commenta