Ricambi auto

Il 2015 inizia bene per Bosch

Parte col piede giusto il 2015 per il Gruppo Bosch. Nel primo trimestre, le vendite sono cresciute del 13 per cento circa. I dati di vendita si riferiscono al Gruppo consolidato comprendente BSH Hausgeräte GmbH e Robert Bosch Automotive Steering GmbH. (corrispondente al 5,4 percento al netto degli effetti valutari). Per l’esercizio in corso, il fornitore di tecnologia e servizi a livello globale prevede un ulteriore aumento del fatturato dal 3 al 5 percento al netto degli effetti valutari. Fra i vari settori in cui opera, l’automotive rappresenta un comparto di grande rilevanza su cui il colosso internazionale investe con soluzioni sempre all’avanguardia.
 

Evoluzione significativa nello sviluppo delle attività nel 2014

Con l'acquisizione di ZF Lenksysteme GmbH (ora Robert Bosch Automotive Steering GmbH), Bosch ha integrato il proprio portafoglio di prodotti dedicati al settore automotive.

 

Soluzioni per la mobilità dedicate al traffico di domani

Per Bosch, la guida autonoma dei mezzi di trasporto rappresenta un settore molto promettente. L'azienda, infatti, sta già lanciando nuovi sistemi di assistenza conducente. Per esempio, nel 2015 si assisterà all'avvio della produzione in serie di sistemi di comando a distanza per il parcheggio e di sistemi di assistenza nel traffico con una speciale funzione per le manovre di disimpegno in caso di ingorgo imminente. Nel settore di business Mobility Solutions, oltre 2mila ingegneri lavorano affinché la guida autonoma possa diventare una realtà. Quando si tratta di mobilità per il futuro, Bosch non si occupa solo di automazione, ma anche di connettività ed elettrificazione. Finora, l'azienda ha già ricevuto 30 ordini per sistemi di propulsione elettrici. Ogni anno Bosch investe quasi 400 milioni di euro nel settore della mobilità elettrica con particolare attenzione allo sviluppo delle batterie. La chiave per raggiungere il successo è rendere questa tecnologia adatta agli impieghi quotidiani. Per esempio, un'app sviluppata da Bosch consente ai conducenti di accedere a una rete che copre l'80 per cento di tutti i punti di ricarica tedeschi abilitati sul web. Per gli utenti, questo si traduce in una ricarica elettrica del veicolo più semplice e sicura. Oggi Bosch si colloca sul mercato come fornitore di soluzioni per la mobilità che non riguardano solo la vettura. Nel 2014, infatti, Bosch ha lanciato i sistemi elettronici di gestione del motore per le due ruote, che consentono ai motociclisti di migliorare le prestazioni riducendo i consumi e le emissioni.

Commenta