Ricambi auto

Estate alle porte e un viaggio in mente: prima di partire fai controllare l'auto

Batterie, pastiglie freno, spazzole tergicristalli e sospensioni. Questa la famiglia dei ricambi più venduti in inverno secondo uno studio di Autozona. Ma ora che il freddo è ormai alle porte (almeno si spera!), quali sono invece i ricambi più gettonati d’estate? E soprattutto che tipo di manutenzione va fatta alla propria auto durante la bella stagione? Proviamo a dare una risposta, elencando gli interventi più importanti per prendersi cura della nostra amata quattro ruote.

 

Pneumatici

Fra pochi giorni, ovvero venerdì 15 aprile, scade il termine ultimo per l’uso degli pneumatici invernali. Vanno dunque sostituiti con quelli estivi (cambio anche necessario per evitare sanzioni di sorta). Se quelli in garage sono usurati e consumati, è necessario provvedere a comprare un nuovo treno di gomme. La spesa non è certo leggera in termini economici. Ma ne vale la pena per poter viaggiare in sicurezza. Al momento sono attive diverse promozioni come quella ad esempio di Bridgestone.

 

Batteria

Il controllo dello stato di salute della batteria risulta essenziale per evitare spiacevoli inconvenienti. In media ha una durata di vita di 5 anni. Farla verificare dal proprio concessionario o dalla propria officina risulta, dunque, utile e necessario soprattutto prima di affrontare un viaggio importante dal punto di vista chilometrico.

 

Filtro aria abitacolo

Importantissimo d’estate. Ma, in verità, la sua funzione è strategica tutto l’anno. Come più volte ci ha spiegato, sulle colonne di Inforicambi, Andrea Campi, titolare dell’omonima ditta milanese specializzata nel settore filtrante, si tratta   dell’unica barriera che c’è tra tutti gli inquinanti presenti nelle città ed i nostri polmoni. Infatti la presa d’aria di una vettura è collocata a circa un metro e mezzo dal livello stradale. E’ allora fondamentale che il filtro abbia una resistenza strutturale. Se necessario deve avere una guarnizione e, in alcuni casi, è importante che abbia anche una maniglia per poterlo estrarre, senza romperlo, dall’alloggiamento dove è posizionato.

 

Gli altri controlli

Quante volte ti sarà capitato,  mentre viaggi, di avere il parabrezza pieno di insetti? In questo caso, per garantire sempre un’ottima visibilità al volante, va verificato innanzitutto lo stato di usura della spazzole tergi e rabboccare, se necessario, il liquido lavavetri. Senza dimenticare i controlli di routine: freni, sospensioni, livello dell’olio e corretto funzionamento di tutti gli indicatori visivi. Ultimo consiglio. Ma quello più importante: guidare sempre con attenzione e in maniera consapevole!

 

Potrebbe interessarti: Ricambi auto: gli italiani spendono 800 euro ogni anno per la manutenzione

 

 

Commenta