Ricambi auto

Debutto della tecnologia a matrice led

Fari abbaglianti che non abbagliano le auto che marciano nel senso opposto. Non è un gioco di parole. Ma è la nuova teconologia made in Hella applicata alla nuova  Audi A8. L'ammiraglia dell'Audi viene, infatti, offerta con i primi proiettori a matrice di led su scala mondiale dotati di luce di profondità antiabbagliamento. Altro dettaglio affascinante di questa tecnologia di illuminazione innovativa consiste negli indicatori di direzione dinamici. Oggi il gruppo Hella, con un fatturato di oltre 5 miliardi di euro, rientra tra i primi 50 fornitori mondiali dell'industria automobilistica e tra le 100 maggiori industrie tedesche.


Plus
Il cuore dei proiettori a matrice di led è la luce di profondità antiabbagliamento che consente al conducente di circolare con i fari abbaglianti sempre accesi senza il rischio di abbagliare il traffico proveniente in senso opposto o i veicoli che precedono. Tecnicamente questa funzione si realizza suddividendo il proiettore degli abbaglianti in cinque riflettori con cinque diodi ciascuno. Per la prima volta gli esperti dell'illuminazione Hella sono riusciti a comandare singolarmente ciascun led dei riflettori a 5 led, ottenendo complessivamente 25 led per proiettore che si possono accendere o spegnere in modo graduale a seconda delle esigenze. In questo modo il fascio luminoso può essere comandato con precisione elevata e senza dispositivi meccanici realizzando diverse distribuzioni della luce.


Funzionalità
Il sistema si attiva quando il conducente sceglie l'impostazione automatica sul commutatore rotante delle luci. Una telecamera rileva i veicoli che precedono e quelli provenienti in direzione opposta e, per evitarne l'abbagliamento, in poche frazioni di secondi esclude dalla distribuzione della luce alcuni led che vengono spenti in modo istantaneo o graduale. L'uso della tecnologia a matrice di led consente per la prima volta di oscurare diverse zone contemporaneamente, ad esempio nel caso in cui vi siano diversi veicoli in successione provenienti in senso opposto. Mentre alcuni led vengono "spenti", la luce di profondità continua a illuminare pienamente la zona tra i veicoli e le zone laterali. Quando nel campo visivo del conducente non vi è più nessun veicolo, il sistema ritorna alla luce di profondità completa. Oltre ad escludere in modo mirato altri veicoli, il fascio luminoso del proiettore a matrice di led si adatta alla situazione di marcia, ad esempio in caso di marcia in curva. L'intensità del fascio luminoso viene variata dando comandi diversi ai led della zona laterale oppure concentrata al centro della sede stradale. In questo modo migliora sensibilmente la visibilità del conducente di notte e allo stesso tempo si elimina il rischio di abbagliare il traffico proveniente in senso opposto.

Design

I proiettori dell'ammiraglia Audi convincono per il loro design attraente. Sotto la griglia estetica che separa visivamente i proiettori, sono disposti i primi indicatori di direzione dinamici disponibili su scala mondiale. Quando il conducente attiva gli indicatori di direzione, sette gruppi si accendono in sequenza ad una distanza di 20 millesecondi l'uno dall'altro. Dopo 150 millisecondi tutti i segmenti sono accesi alla massima intensità, creando il tipico effetto "a scorrimento" degli indicatori di direzione.

Commenta