Mondo

Avvocato Keniano denuncia l’Italia per la crocifissione di Gesù

 

E’ proprio un avvocato ambizioso perché vuole rendere giustizia non a un normale cittadino, ma addirittura a Gesù. È stata davvero colpa di noi italiani se Gesù fu crocifisso, circa 2013 anni fa? Secondo quanto dichiarato da un avvocato keniano di nome Dola Indidis, sarebbe proprio così. E per questo, egli è intenzionato a portare l’Italia davanti alla Corte di Giustizia dell’Aja. Indidis ha dichiarato che “La crocifissione di Gesù fu illegale e violò i diritti umani”, e fino a qui non abbiamo nulla da ridire, siamo completamente d’accordo con lui. Ma egli insiste sul fatto che i colpevoli di ciò siano l’Italia e l’Israele, o meglio, Ponzio Pilato e Tiberio. Ha ribadito che il suo compito è solo uno, quello di difendere la dignità di Gesù. L‘avvocato ha persino parlato di prove presenti nella Bibbia a sostegno della sua teoria. E ovviamente, la Bibbia non si può screditare in alcun modo. Nonostante ciò, la Corte suprema del Kenya si è rifiutata innumerevoli volte di stare a sentire il signor Indidis, ma nonostante ciò egli non si arrende ed è ancora convinto di avere un’alta probabilità di successo.

 

FONTE: curiosone.it

Commenta