Lavoro ed Economia

Occupazione al Sud: c’è l’incentivo dell’Anpal

Strumento utile anche per la crescita delle imprese aftermarket: ecco chi può beneficiarneUn nuovo incentivo per favorire l’occupazione di giovani nel Mezzogiorno. Lo istituisce l’ANPAL. Con un apposito decreto, l’Agenzia Nazionale delle Politiche Attive del Lavoro istituisce questa nuova misura: strumento che può essere utile per rafforzare il know-how anche delle imprese aftermarket che gravitano nel Meridione d’Italia. L’incentivo (si legge dal sito) spetta ai datori di lavoro che assumano, tra il 1° maggio e il 31 dicembre 2019, persone disoccupate in possesso dei seguenti requisiti: età compresa tra i 16 e 34 anni; 35 anni di età e oltre, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, ai sensi del Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 17 ottobre 2017. Inoltre queste persone non devono avere avuto un rapporto di lavoro negli ultimi 6 mesi con lo stesso datore di lavoro. L’incentivo può essere riconosciuto per le assunzioni a tempo indeterminato sia a tempo pieno che part-time, anche a scopo di somministrazione, nonché per i rapporti di apprendistato e per i rapporti di lavoro subordinato in una cooperativa di lavoro. L’agevolazione riguarda le assunzioni effettuate nelle regioni Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e l’attuazione è demandata all’Inps che fornirà i chiarimenti sulle modalità operative della misura. L’entità economica è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, per un importo massimo di 8.060 euro su base annua. Il termine per la fruizione dell’incentivo è il 28 febbraio 2021.

Commenta