Autopromotec

Il futuro dell’aftermarket?

Renzo Servadei, Ad di Autopromotec, ospite della nostra redazione nel penultimo giorno della manifestazione, ha messo in luce un aspetto importante: l’aftermarket automobilistico fa brillare all’estero quell’Italia che produce. E di cui dobbiamo essere orgogliosi. Ne siamo convinti anche noi. Il settore nazionale dell’autoriparazione genera fatturato e business crescente, volando con successo nei mercati internazionali. La presenza di tanti buyer stranieri giunti a Bologna ne è una conferma. Il tutto a testimonianza di come gli operatori italiani dell’autoriparazione (83.460 imprese nel 2014), oltre ad essere una realtà nutrita dal punto di vista numerico, sono in grado di realizzare prodotti e soluzioni dall’alto coefficiente d’innovazione e qualità, apprezzati in house e nelle piazze d’affari d’oltre confine. Quale futuro aspetta ora questo mercato? La direzione sembrerebbe puntare verso un’ulteriore spinta alla crescita. Con un parco auto che diventa sempre più anziano, la spesa per manutenzione e riparazione (nel 2012, secondo l’Osservatorio Autopromotec è stata pari a 39,3 miliardi e superiore per la prima volta a quella per l’acquisto di autovetture) diventa maggiormente prepoderante. Un’altra grande occasione per gli attori della filiera aftermarket. Che devono, però, stare attenti a soddisfare le esigenze del cliente. Soprattutto l’utente finale. L’automobilista di oggi è più oculato nella spesa visto il contesto in cui è costretto a muoversi. E, dunque, le prefereze d’acquisto premiano chi sa proporre un service di manutenzione dal buon rapporto qualità-prezzo in grado di essere ‘recepito’ dall’autoriparatore di turno che interagisce con l’automobilista. Ad Autopromotec, abbiamo respirato questa tendenza che vuole sempre più familiarizzare con questo target. Un’inclinazione avvertita su più fronti e da più fonti. Il saper fare impresa lo si vede anche da questo. E il circuito dell’aftermarket corre in questa gara, segnando traiettorie di grande significato. Stefano Belfiore

Commenta