Automotive

Una metropoli interconnessa grazie ai test Bosch e Daimler

Gli studi e gli sviluppi sulla guida autonoma si fanno sempre più intensi e concreti, così Bosch e Daimler hanno scelto la metropoli Californiana come sede dei test pilota per la prima flotta di auto dotata di guida completamente autonoma e priva di guidatore ( Livello SAE 4/5). 

 partire dalla seconda metà del 2019, Bosch e Daimler offriranno ai propri clienti un servizio navetta dotato di guida completamente autonoma, questo primo contatto con l’intelligenza totalmente artificiale, si svolgerà in California e dimostrerà il livello raggiunto dal servizio di mobilità basato sulla app Daimler Mobility Service

Si tratta di un progetto pilota che avrà il fine di metter a punto e dimostrare a che stadio i servizi di mobilità quali il car sharing, il ride-mailing e le piattaforme multimodali possono esser connessi. 

Bosch e Daimler hanno scelto come partner tecnologico ed informatico la NVIDIA , unico fornitore della piattaforma di intelligenza artificiale. 

Saranno utilizzati vari sensori e radar: l’analisi di tutto ciò che accade attorno ai veicoli dovrà supportare una quantità enorme di calcoli: i veicoli totalmente autonomi circoleranno così nelle aree urbane senza guidatore, unicamente attraverso un computer costantemente connesso con la rete. Per raggiungere un livello di sicurezza elevato, le operazioni di calcolo eseguire saranno effettuati anche su circuiti paralleli, in maniera tale da scongiurare e prevenire qualsiasi malfunzionamento. 

NVIDA fornirà sensori e piattaforme in grado di eseguire algoritmi di intelligenza artificiale generati da Bosch e Daimler durante il movimento del veicolo.

Marco Lasala 

Commenta