Automotive

Nuova Jeep Renegade: tre e quattro cilindri, tutti turbo

Siamo a Balocco alla presentazione della nuova Jeep Renegade, uno dei SUV più acclamati di sempre, del resto i dati di vendita in Italia, così come nel resto d’europa parlano chiaro: il marchio Jeep ha consolidato anno dopo anno, la sua presenza arrivando a detenere una quota del 5%. 

Jeep Renegade è una storia fatta di successi, perché ha debuttato nel 2013 e nel corso della sua breve ma gratificante vita, ha subito due aggiornamenti: il model year 2019 pone l’accento su di una nuova tecnologia e su inedite motorizzazioni, tutte turbo.

Esteticamente ciò che contraddistingue la nuova Jeep Renegade è il frontale: sottili quanto tecnologici fari a LED contribuiscono a dare una immagine nettamente più avveniristica, unitamente a gruppi ottici posteriori totalmente ridisegnati. 

Ma la vera novità è sotto il suo cofano motore, arrivano due motori del tutto nuovi: si tratta di un mille tre cilindri, turbo, da 120 cavalli e 190 Nm di coppia massima e di un milletre, turbo 4 cilindri, da 150 e 180 cavalli. Non cambiano le motorizzazioni Diesel, il millesei e due litri, da 120, 140 e 170 cavalli subiscono miglioramenti nelle turbine e diventano, al pari di quelli a benzina, tutti omologati Euro 6d-temp.

Il mille tre cilindri ha coppia in abbondanza ed una silenziosità di marcia degna di una vettura di segmento superiore, ottimo l’abbinamento con il cambio manuale a sei marce. I 120 cavalli si sentono tutti, basta affondare per capire che la coppia è disponibile già a bassi regimi: bella la strumentazione, ottime le indicazioni fornite dal nuovo sistema di intrattenimento centrale. 

Lunga la lista degli accessori firmati Mopar : personalizzare per Jeep è un must!

Marco Lasala 

Commenta