Automotive

Honda Civic Sport+: bassa cilindrata, alte prestazioni

Erano gli anni ’90 quando Honda puntava sulla Civic per conquistare il pubblico giovanile, quel millesei capace grazie alla fasatura variabile di arrivare ad una potenza massima di 160 cavalli: oggi la storia si ripete!

Cambiano le mode, maturano i tempi, così Honda con il lancio della nuova Civic Sport punta sulla sovralimentazione per dare ancora una volta un segnale forte, perché nonostante la cilindrata di 1,5 litri la potenza sale a ben 182 cavalli, prodigi della tecnologia e…del turbocompressore.

Maggiore potenza, performance migliorate ma anche un corpo macchina che supera i 4,5 metri di lunghezza, perché ora la nuova Honda Civic sfodera cinque porte, uno spazio interno degno di una comodissima berlina ed un bagagliaio di tutto rispetto.

Ha un look originale, in Giappone hanno osato nel dare alla Civic un aspetto alquanto diverso dalla massa ed il risultato senza ombra di dubbio è stato raggiunto.

Bella la plancia, regna la tecnologia digitale, il quadro strumenti sembra quello di una moto, la consolle centrale è dominata dall’ampio display touchscreen con supporto Apple CarPlay, Android Auto, sistema di navigazione satellitare e computer di bordo.

Velocissima su strada, ha una stabilità esemplare, il motore riprende sin dai bassi regimi, anche se è naturale la sua vocazione nel prediligere la zona rossa del contagiri. Supera con estrema facilità i 200 km/h, brucia i 100 km/h con partenza da fermo in circa 8 secondi ed ha una tenuta di strada, da riferimento.

Marco Lasala

Commenta