Automotive

La componentistica automotive italiana regina dell’export

Un dato importante che emerge in maniera netta dal report sulla componentistica automotive nazionale la forte inclinazione all’export del nostro made in Italy. Il 75 per cento delle imprese nazionali esporta. Una forte propensione all’internazionalizzazione che, nel biennio 2014-2015, ha generato un incremento del fatturato pari al + 4,2 per cento. Per quanto, poi, riguarda i mercati di sbocco: Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) costituiscono insieme la principale area di destinazione delle esportazioni di componentistica automotive. In Europa, Germania, Francia e Polonia sono i primi tre Paesi di approdo: a testimonianza di quanto ancora i principali gruppi automobilistici rappresentano i più importanti committenti delle forniture italiane.  S.B.

 

 

 

 

 

Commenta