Automotive

Box auto: quanto è indispensabile?

Fino a poco tempo fa, chi abitava in città (particolarmente caotiche) e possedeva un’auto aveva necessariamente bisogno di un box auto. Oggi il mercato dei garage, secondo gli studi svolti dall’Osservatorio di Immobilliare.it, sta cambiando. L’offerta di box auto in vendita sale fino al 36 per cento in più rispetto al 2013, mentre i prezzi calano di oltre il 30 per cento. Questo accade in quanto si cerca sempre più un'alternativa all'automobile, molti scelgono il bike sharing, i mezzi di trasporto pubblici oppure il car sharing dove i parcheggi sono riservati e/o pubblici.

Il mercato degli affitti invece sembra andar meglio in quanto l’offerta non supera il 18 per cento (su base quinquennale), i prezzi invece restano su una perdita del 10 per cento. Fa eccezione Palermo dove si assiste ad un calo del 25 per cento.

«Cinque anni fa era principalmente la crisi economica a far sì che molti italiani rinunciassero a uno spazio per la propria auto. – Afferma l’Amministratore Delegato di Immobiliare.it, Carlo Giordano - Oggi, l’allargamento della forbice tra offerta, sempre più alta, e prezzi, sempre più bassi, è dovuto a tanti fattori concomitanti. Non stupisce infatti che siano le grandi città quelle in cui il box auto è sempre di più uno spazio di cui si può fare a meno: qui non solo l’introduzione di numerose ZTL nei centri storici, ma anche la fortuna di car e bike sharing stanno influenzando il mercato dei garage, rendendoli sempre meno indispensabili». 

Girando tra le varie città è possibile notare come a Genova, Firenze e Palermo i prezzi dei box in vendita calano rispettivamente del 33,5 per cento, 29,6 per cento e 25,7 per cento. Diversa la situazione a Napoli dove acquistare un garage non rientra nelle necessità. Lo stesso accade a Milano, dove il calo dei prezzi resta contenuto. Il calo più evidente si verifica a Palermo, rispetto al 2013 infatti si registra il 25 per cento in meno sull’affitto dei garage, subito dopo troviamo Roma col -10,7 per cento e Genova con -10,5 per cento. All’estremo opposto si trova Milano come unica città italiana dove i canoni dei box risultano in aumento del 6,1 per cento.

I prezzi

Sempre passando in analisi le principali città dello stivale, e sempre grazie allo studio effettuato da Immobiliare.it, possiamo dimostrare che un box auto costa caro a Napoli con un prezzo medio di 46.800 euro, a Bologna 35.200 euro, sotto i 30mila euro a Verona, Firenze e Torino.

In merito a ciò, Carlo Giordano prosegue: «Secondo la normativa italiana, per ogni nuovo appartamento il costruttore ha l’obbligo di edificare anche un garage. Alla luce dei trend emersi dalla nostra analisi e dalla potenziale crescita delle auto elettriche sulle strade italiane, si rende necessaria una riflessione sul futuro di questa regola, considerando da un lato la perdita di interesse verso i box e dall’altra l’attuale impossibilità di installare in ogni garage una stazione di ricarica».   

Riportiamo anche le tabelle con i dati di cui sopra, distinti per vendita ed affitto:

Costanza Tagliamonte

Commenta