Automechanika 2014

A Texa va l’Automechanika Innovation Award

L’innovazione made in Italy premiata ad Automechanika Francoforte. Nella fiera internazionale dell’industria automotive, Texa, azienda di Monastier di Treviso operante (tra le altre cose) nella progettazione, industrializzazione e costruzione di strumenti diagnostici multimarca, ha vinto il prestigioso “Automechanika Innovation Award” in due categorie. Si tratta di un riconoscimento che premia, mediante una qualificata giuria, tra i prodotti esposti al salone più rivoluzionari e maggiormente destinati ad incidere sul mercato secondo criteri di innovazione, funzionalità, qualità, importanza per l’aftermarket e contributo all’ambiente. La prima classe che ha visto primeggiare Texa è stata la “Riparazione/Diagnosi”. Qui “ad imporsi – si legge sul sito aziendale - sono stati gli occhiali per la realtà aumentata realizzati in collaborazione con Epson Italia. Un problema che il meccanico si trova spesso ad affrontare è la necessità di lavorare sul veicolo alternando continuamente lo sguardo dalle proprie mani allo strumento di diagnosi, cosa particolarmente fastidiosa in caso di operazioni in spazi angusti. Grazie ai nuovi occhiali Texa, i meccanici potranno lavorare sui componenti della vettura senza distogliere lo sguardo verso lo strumento di diagnosi, essendo tutti i dati proiettati negli occhiali stessi, i quali oltretutto rispondono a comandi vocali. Inoltre, l’uso degli occhiali e delle informazioni di sicurezza ottenibili grazie alla realtà aumentata diminuisce il rischio di operazioni pericolose, perché ogni punto critico è evidenziato da segnali che appaiono in sovraimpressione al meccanico”.

Il secondo successo arriva poi dalla categoria  “Elettronica e Sistemi”, con il rivoluzionario TMD MK3. “Un prodotto multimarca – evidenzia il sito di Texa -  di telemobilità unico al mondo, in quanto integra in un apparecchio collegabile alla presa OBD del veicolo modulo diagnostico multimarca, modulo telefonico 2G 3G, 4G e LTE, modulo Bluetooth 4.0 Classic e LE, modulo GNSS, 2 accelerometri triassali; giroscopio; altimetro; doppio microprocessore.
Grazie a TMD, l’auto viene connessa alla rete, consentendo numerose funzioni personalizzate, con particolare riguardo alla sicurezza ed al risparmio. Tra gli sviluppi resi possibili dalla tecnologia TEXA, Car Pooling, Car Sharing, E-Call, B-Call, E-Toll, Alcool and Drug Detection, Riconoscimento Driver, Dialogo Vehicle to Vehicle o Vehicle to Infrastructure, Traffic Management”
.


 

Commenta